Questa sezione specifica “G. Pierangeli” è stata creata nel settembre 2019 quando ho avuto l’onore di ricevere direttamente da Giuseppe Pierangeli tutto il suo materiale storico, frutto di lunghe ricerche come spiega lui stesso nel testo che segue.
Si tratta di testi corredati da fotografie e curatissime ricostruzioni grafiche, messi a totale disposizione di sanmichelealfiume.it. Li pubblicheremo un po’ alla volta.

Piero,
con grande riconoscenza verso Peppe, di cui si riporta di seguito la presentazione

– – –

Nella mia ultratrentennale ricerca sulle origini di San Michele al Fiume, sono riuscito, per quanto è stato possibile, con l’indagine sul territorio, le fonti letterarie, la ricognizione all’Archivio di Stato di Pesaro e le testimonianze orali, a rimettere insieme i vari tasselli riguardanti la storia della nostra Comunità.

Da questo laborioso impegno, ne esce fuori un racconto, quasi sempre supportato dai documenti anche nelle ricostruzioni arbitrarie e più fantasiose, che testimonia, nel corso dei secoli, una costante presenza umana nei nostri luoghi, fino ad arrivare con i longobardi ad avere un nome: San Michele.

E’ il titolo dato alla Chiesa (demolita nel 1933 all’inaugurazione del nuovo tempio dedicato alla “Regina della Pace”) che vedrà, con la nascita della moderna Fornace per laterizi, a partire dal 1900, un costante sviluppo dell’abitato fino all’attuale assetto urbanistico.

Ho piacere di presentare il risultato delle mie fatiche con un’esposizione “snella”, fruibile sia ai curiosi sia a quanti vogliano, spero, approfondire ulteriormente il lavoro fatto.

Per tutti suggerisco la consultazione degli articoli, da me pubblicati in passato su varie riviste culturali, dove ho dettagliatamente analizzato i luoghi trattati.

Ringrazio Piero la per cortese attenzione dedicatami.

G. Pierangeli

20/8/2019

Gherardo Cibo, dilettante di botanica e pittore di paesi

Nell’ultimo articolo pubblicato (Sant’Eleuterio) si parla di una tela che era presente nella chiesa di Valdiveltrica e raffigurava le nostre colline, con le rovine di Sant’Eleuterio in primo piano e Mondavio, Orciano e Valdiveltrica sullo sfondo. Esiste un disegno di … Continua a leggere

Contrassegnato , ,

Sant’Eleuterio

Ricostruzione di quanto raffigurava un dipinto presente nella chiesa di Valdiveltrica

A sovrastare San Michele, nella collina immediatamente dietro la Fornace, c’è la “casa del dottor Ricci”. Si tratta di un edificio molto antico, in quanto costruito sui ruderi di una costruzione preesistente. – – – Altra testimonianza nella nostra zona, … Continua a leggere

Contrassegnato , , , ,

La chiesa di San Michele

Interno dell'antica chiesa - lato abside

Forse non tutti sanno che a San Michele al Fiume, precedentemente all’attuale chiesa parrocchiale, ne esisteva un’altra, molto antica. Questo articolo ne ripercorre la storia, mettendo insieme una lunga serie di notizie reperite da molte fonti diverse. – – – … Continua a leggere

Contrassegnato , , ,

L’Aguzza

Ricostruzione grafica della nuova casa edificata nel 1884

“Questa mia patria con tutto il vicariato suo – scriveva il 3 maggio 1629 nel suo celebre “Discorso”, il mondaviese Francesco Seta[1] – piglia principio dalle rovine di Suasa città regale dei Sennoni, che ancora giacciono nel piano del Cesano … Continua a leggere

Contrassegnato , ,

Origini di S. Michele al Fiume

San Michele al Fiume nell'800

“Va pure sulla bocca di tutti – scriveva nel 1898 il mondaviese Giuseppe Stortoni[1] – la contrada di San Michele al Fiume. Però non è un vero aggregato di case, sebbene il previto principale della contrada, il cui centro è … Continua a leggere

Contrassegnato , , ,