Anni 1920 - Famiglia di Luigi Gambaccini, negli USA

3 risposte a Famiglia di Luigi Gambaccini, negli USA

  1. Veronica scrive:

    Il papà di Luigi Gambaccini, Giosuè Gambaccini era la persona di riferimento a Derby presso cui la zia di mio nonno, Speranza De Angelis, (figlia di Giovanni De Angelis e Anna Gasparini di Monte Porzio) disse di andare al personale che censiva gli emigrati a New York. Sul suo documento di sbarco viene riportato che si stava recando presso lo zio Giosuè Gambaccini. Tuttavia nessuno ancora è riuscito a capire come Speranza e Giosuè possano essere legati da questo legame di parentela. Se per caso qualcuno lo scoprisse sarebbe una cosa molto gradita.
    Invece il fratello di Luigi, Attilio Gambaccini, divenne il patrigno di Richard Marchetti il futuro genero di Speranza De Angelis, poiché sposò la madre di Richard, Barbarina Tonucci dopo la morte di suo marito Attilio Marchetti (originario di Fano).

  2. joseph gambaccini scrive:

    If you are related or know about the Gambaccini family, please contact me (godofinvention@yahoo.com). I am interesting to know more about the family and Italian relatives!
    thank you, Joseph Gambaccini

  3. giuseppe gambaccini scrive:

    Se sei collegato o sei a conoscenza della famiglia Gambaccini, ti prego di contattarmi (godofinvention@yahoo.com). Sono interessante sapere di più sulla famiglia e sui parenti italiani!
    grazie, giuseppe Gambaccini

Lascia un commento

Il commento verrà pubblicato nel sito, qui in fondo a questa pagina, così come il "nome", inserito nell'apposito campo, che apparirà come intestazione dell'intervento, in evidenza.
E’ obbligatorio fornire il nome e l’indirizzo email (campi contrassegnati *) per avere la possibilità di commentare. Quest'ultimo non verrà pubblicato, ma potrà essere utilizzato dai gestori del sito per rispondere in privato al commento.
Per ulteriori dettagli si veda l'informativa sulla privacy.

La normativa sul diritto d’autore protegge in modo molto stringente i diritti sia del fotografo che soprattutto dei soggetti ritratti. Cerchiamo di applicarla, con buon senso, limitandoci a pubblicare solo foto molto vecchie, oppure meno vecchie ma scattate in occasione di eventi pubblici, oppure dove non compaiono persone. E’ anche opportuno ricordare che i fini del lavoro sono esclusivamente culturali e scientifici.
Se qualcuno dovesse ritenere che ci siano cose che sono state pubblicate impropriamente, per un qualsiasi motivo, è caldamente invitato a scriverci: le rimuoveremo immediatamente!