Un ricordo di Fred Bongusto

Riceviamo e pubblichiamo questo ricordo scritto dal compaesano Giuseppe Pierangeli, che, come si può leggere qui sotto, fu uno dei deejay de “El Sombrero”, gloriosa discoteca di San Michele, che ospitò tanti cantanti famosi tra cui appunto Fred Bongusto.

– – –

L’8 novembre scorso è morto a Roma, all’età di 84 anni, Alfredo Antonio Carlo Bongusto, per tutti “l’amabile Fred”.

Paroliere, compositore, musicista, cantante di tante indimenticabili canzoni di successo e di colonne sonore da film, Fred era nato il 6/4/1935 a Campobasso.

Fu uno dei “crooners” protagonista, insieme a Bruno Martino, Fred Buscaglione ed altri dell’indimenticabile epoca del “night-club” che era, allora, il raffinato ambiente frequentato dal “jet-set” e, oggi, purtroppo nella maggior parti dei casi, scaduto a locale di infimo ordine.

Fred fu ospite, ripetute volte, a “El Sombrero” di San Michele al Fiume.

1976 - Discoteca "El Sombrero"

1976 – L’allestimento della discoteca “El Sombrero” di San Michele al Fiume, assolutamente all’avanguardia per l’epoca

Ricordo quando, nel 1977, all’uscita del 45 giri “Pietra su Pietra – Balliamo”, arrivò nel pomeriggio di un sabato da noi accompagnato dal suo manager. Io ero in consolle che stavo ascoltando alcune novità discografiche.

Ci presentammo, mi strinse la mano e mi porse il disco, dicendomi: «Ascoltalo!». Appoggia la puntina sulla parte A: “Pietra su Pietra“, arrangiamento sontuoso e testo ridondante. Alla fine del brano mi disse: «Adesso giralo e ascolta l’altro pezzo». Il lato B era”Balliamo“.

1977 - Fred Bongusto - 45 giri "Pietra su Pietra"

1977 – Fred Bongusto – la copertina del 45 giri di “Pietra su Pietra”, con “Balliamo” sul lato B

Mi accorsi subito della facilità di ascolto di questo brano. Al termine Fred mi chiese: «Cosa ne pensi?». Io risposi: «Balliamo è più immediato, coinvolgente; è un invito ad alzarsi e andare in pista a ballare».

Anni '70 - Giuseppe Pierangeli alla consolle de "El Sombrero"

Anni ’70 – Giuseppe Pierangeli, alias dj Belzebù, alla consolle de “El Sombrero”

E lui, rivolto al suo manager: «Te l’avevo detto, il lato A doveva essere “Balliamo”!». Poi prese il disco, me lo dedicò, e porgendomelo disse: «Vedi Peppe, io tengo molto in considerazione il vostro lavoro perché siete voi Dee-Jays a capire per primi, attraverso la risposta del pubblico, se un disco avrà successo».

 

Giuseppe Pierangeli

11/11/2019

Questa voce è stata pubblicata in Approfondimenti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il commento verrà pubblicato nel sito, qui in fondo a questa pagina, così come il "nome", inserito nell'apposito campo, che apparirà come intestazione dell'intervento, in evidenza.
E’ obbligatorio fornire il nome e l’indirizzo email (campi contrassegnati *) per avere la possibilità di commentare. Quest'ultimo non verrà pubblicato, ma potrà essere utilizzato dai gestori del sito per rispondere in privato al commento.
Per ulteriori dettagli si veda l'informativa sulla privacy.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.